Smaltimento Polveri Infiammabili Reattive

AMBIENTEPULITO è una delle poche ditte di smaltimento rimaste per destinare lo smaltimento polveri infiammabili reattive che sono prodotte sopratutto nelle realtà quali pressofusioni e lavoratura metalli.

Pericolo sabbiatura e polveri di alluminio

Quando la maggior parte delle persone pensa al problema polveri sul posto di lavoro, pensa di adottare misure per evitare l’inalazione delle polveri per prevenire problemi di salute. Tuttavia, l’accumulo di polveri combustibili sul posto di lavoro può portare a conseguenze molto più gravi. Come si è visto negli ultimi anni, l’incuria nelle pulizie e l’uso improprio di polveri combustibili possono causare danni materiali, lesioni e morte.

Durante le operazioni di fabbricazione, le microsfere di alluminio possono essere utilizzate per attività come levigatura, lucidatura, segatura, taglio, spazzolatura e queste microsfere saranno sufficientemente sottili da essere potenzialmente esplosive. Il termine “polvere” è spesso usato per descrivere tali particelle.

Qualsiasi particella che abbia un rapporto superficie-volume maggiore di quella di una sfera di 420 micron dovrebbe essere considerata una polvere combustibile reattiva. La stragrande maggioranza dei materiali organici naturali e sintetici, così come alcuni metalli, possono formare polvere combustibile reattiva. Il Manuale sui rischi incendi industriali afferma che “qualsiasi processo industriale che riduce un materiale combustibile e alcuni materiali normalmente non combustibili in uno stato finemente diviso presenta un potenziale rischio di incendio o esplosione”.

Particelle più fini bruciano facilmente quando viene raggiunto il loro punto di accensione, e tendono ad accendere anche le particelle più grossolane. Nel caso dell’alluminio, può verificarsi un’esplosione se si verifica un’accensione mentre le particelle sono sospese nell’aria come una nuvola di polvere, poiché la combustione si estende da una particella all’altra con estrema velocità.

Esempi di potenziali fonti di ignizione sono fiamme libere, attrezzature per saldatura e cannelli da taglio, fiammiferi e sigarette, apparecchiature elettriche difettose e scariche elettrostatiche. Tali condizioni devono essere evitate nelle aree in cui vengono effettuate le operazioni di produzione di polvere d’alluminio.

SMALTIMENTO POLVERI INFIAMMABILI REATTIVE

Effetti Esplosione controllata di un fusto di polvere reattiva

CONOSCERE I RISCHI DELLE VOSTRE POLVERI

Il nostro personale qualificato può determinare il grado di rischio delle vostro polveri reattive in qualsiasi operazione tramite test di laboratorio.

Consigliamo sempre alla nostra clientela di appoggiarsi solo a laboratori esterni affidabili e di procedere con cautela nella gestione delle polveri destinate allo smaltimento.

COSA BISOGNA EVITARE

Da produttore ci si affida alla figura di “Smaltitore” per queste problematiche relative alle polveri, col rischio di trovarsi dalla padella alla brace.

Nel campo dello smaltimento rifiuti è pieno di ciarlatani e figure poco professionali che non sono a conoscenza minimamente delle problematiche relative alle polveri.

Si rischia di affidare il rifiuto in mano a soggetti che non sono a conoscenza della pericolosità del materiale, rischiando che il materiale sia gestito senza la dovuta cautela. Questo può portare a rischi penali in caso di incendi provocati dal vostro materiale.

Smaltimento polveri infiammabili reattive CORRETTO

Quello che consigliamo ai nostri clienti è di gestire il materiale come MATERIALE PERICOLOSO.

E’ inimmaginabile che un materiale reattivo, sia gestito come NON PERICOLOSO, purtroppo per l’idiozia di certi intermediari rifiuti, è quello che succede.

Quando poi succede la tragedia, la responsabilità è unicamente dell’ignaro Produttore che si è rivolto ad incompetenti.

DOVE OPERIAMO

AmbientePulito si occupata di smaltimento polveri infiammabili reattive a Brescia, Bergamo e Verona.

Grazie alla nostra fitta rete di impianti sparsi in Italia, possiamo soddisfare ogni città sul territorio Italiano eccetto le Isole.